Six Sigma

Six Sigma è una strategia ideata da Motorola nel 1986, che cerca di identificare e rimuovere le cause di difetti ed errori nella produzione e negli altri processi di business (si intende per “difetto” tutto ciò che provoca insoddisfazione nel cliente). Deriva da metodologie di miglioramento della qualità come Total Quality Management e Zero Defects.

Sigma (la lettera greca σ) si usa in statistica per rappresentare la deviazione standard (livello di variazione) in un insieme.
“Six Sigma” si riferisce alla possibililità, nei processi di produzione, di realizzare una quota molto elevata di prodotti conformi alle specifiche. Chi opera a livello “Six Sigma” produce un livello di difetti inferiore a 3,4 difetti per milione di casi. L’obiettivo della strategia Six Sigma è di raggiungere quel livello di qualità.

Six Sigma usa un insieme di metodi di qualità e crea, all’interno dell’organizzazione, una struttura di persone (“cinture nere”) esperte di tali metodi.
Ogni progetto Six Sigma segue una sequenza di passi definiti, e ha obiettivi economici quantificati (riduzione dei costi o aumento dei profitti).

Six Sigma ha due metodi chiave: DMAIC e DMADV:
DMAIC (Define-Measure-Analyze-Improve-Control) si usa per migliorare un processo di business
DMADV (Define-Measure-Analyze-Design-Verify) si usa per progettare un nuovo prodotto o un nuovo processo


DMAIC – Six Sigma per processi esistenti

  • Define – definire obiettivi di miglioramento del processo che siano coerenti con le esigenze dei clienti e le strategie aziendali.
  • Measure – misurare aspetti chiave del processo esistente e raccogliere dati utili.
  • Analyze – analizzare i dati per verificare se esistono relazioni causa-effetto. Analizzare tali relazioni e verificare di aver considerato tutti i fattori.
  • Improve – migliorare o ottimizzare il processo basandosi sui dati derivati dall’analisi effettuata e su esperimenti.
  • Control – controllare per assicurarsi che ogni deviazione sia corretta prima di originare dei difetti. Approntare prove per verificare il processo, trasferire i miglioramenti in produzione, approntare meccanismi di controllo e monitorare in modo continuativo.

DMADV – Six Sigma per nuovi processi

(DMADV è anche chiamato DFSS, “Design For Six Sigma”.)

  • Define – definire obiettivi di progettazione che siano coerenti con le esigenze dei clienti e le strategie aziendali.
  • Measure – misurare le caratteristiche critiche per la qualità, sia del prodotto che del processo di produzione, ed i rischi.
  • Analyze – analizzare alternative di progettazione, creare una progettazione di alto livello e definire le caratteristiche necessarie per la progettazione ottimale.
  • Design – progettare i dettagli, ottimizzare e pianificare le attività di controllo. Questa fase può richiedere simulazioni.
  • Verify – verificare la progettazione, effettuare dei casi pilota, implementare il processo di produzione e trasferirlo a chi dovrà gestirlo operativamente.

Ruoli Six Sigma

  • Executive Leadership – Top management, responsabile di favorire Six Sigma a livello di vision.
  • Champions – manager di alto livello, responsabili dell’implementazione integrata di Six Sigma nell’organizzazione.
  • Master cinture nere – sono gli “allenatori” Six Sigma, cui dedicano il 100% del loro tempo. Guidano cinture nere e verdi, assicurano la consistenza dell’applicazione dei principi nei vari settori dell’organizzazione.
  • Cinture nere – applicano in progetti specifici la metodologia Six Sigma, cui dedicano il 100% del loro tempo.
  • Cinture verdi – personale dell’organizzazione coinvolto in progetti Six Sigma, nei quali opera con la guida delle cinture nere.