Più veloci o più lenti?

Negli anni ’70 e ’80, gli strumenti disponibili per gli sviluppatori software erano molto, molto, molto più lenti di quelli attuali. Per verificare la correttezza sintattica di un programma bisognava attendere il risultato della compilazione, che arrivava con un tabulato il giorno dopo, non dopo un nanosecondo.

La lentezza degli strumenti costringeva a pensare più a lungo, a controllare di più. Oggi il feedback è immediato, ma i risultati sono davvero migliori?
Phillip G. Armour, in When Faster is Slower (Communications of the ACM, 10/2013) lo mette in dubbio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *